La nascita del Joker! Capolavoro o flop?

Buongiorno a tutti popolo del web! Oggi come avevo accennato nelle storie di Instagram vorrei parlarvi del film "Joker" diretto da Todd Phillips (ricordiamo alcune sue direzioni: Una notte da leoni l'intera trilogia, Trafficanti, Scuola per canaglie e altri...). Distribuito in Italia dalla Warner Bros.

Questo film, che prende il personaggio creato dal mondo DC è completamente scollegato agli eventi creati nelle precedenti pellicole. E' una pellicola a sé, inedita.

Da amante del Villain ho da subito notato delle grandi discrepanze con le varie Serie tv targate DC (es. Gotham). Nonostante non ci fosse un diretto collegamento.


Jerome Valeska 


Ma se questa pellicola è completamente a sé, rivaluto la mia opinione e dico che questo film MERITA ma non TROPPO!

Ero scettica sulla scelta di dare in mano a Phillips la direzione del film, oltre questo la produzione è stata affidata a un personaggio che credo ormai conosciamo tutti quanti, ovvero Bradley Cooper.


Questo gran pezzo di Manzo.









Ma torniamo a noi.


Joker è o non è il film più bello del 2019?

Joker è uno di quei film che ti entrano sotto pelle e non puoi far niente per toglierli dal loro posto sicuro. Quando sono uscita dalla sala non sapevo come descriverlo, e forse, anche ora non ho parole adatte a parlare di questo film, capolavoro o flop? Non ne sono ancora del tutto certa. 
A distanza di giorni non ho rivalutato la mia opinione ma ho soppesato ogni cosa.

Ci sono molti pareri discordanti su questo film, c'è gente che chiede il rimborso del biglietto perché molto pesante e noioso, altri che escono dalla sala con molta confusione in testa ma con il sorriso sulle labbra.

Parto da questo presupposto, non amo i film della Dc, ma amo il personaggio di Joker e per quanti attori e interpretazioni diverse ci sono state, sono molto legata ai Joker di Nicholson  (Batman 1989) e Ledger (Il cavaliere oscuro). Joaquin Phoenix incarna, inconsapevolmente entrambe le interpretazioni senza andare a scopiazzare. Phoenix per interpretazione ed entrata nei panni del personaggio è da paura, penso che il film sia chiamato tale solo per lui, per il resto fa un po' acqua.

Joaquin Phoenix lo conosciamo tutti per il film Lei, che a mio modesto parere è davvero un gran bel film, lo vedrei a vita a ripetizione.  

In questo, come dicevo anche prima, interpretazione magistrale ma erano un po' i problemi di dirigenza del tutto che rende la pellicola molto pesante. 

Attenzione quando parlo di pesantezza non mi riferisco alla durata della pellicola ma soprattutto al messaggio che si sta trasmettendo e per tutto il film ho solo capito che abusi, un disturbo neurologico porta alla pazzia. E' solo questo Joker? Assolutamente no! Joker è sadico, burlone, psicopatico, perfido, crudele, ambizioso, eccentrico, carismatico, estremamente brillante, astuto, pittoresco, vanitoso, egocentrico, intrattabile, loquace e imprevedibile e, in altre interpretazioni - a seconda dei casi - un innocuo ladro o un grottesco folle. Hanno estrapolato il personaggio tanto odiato e amato dei fumetti e lo hanno trasformato in uno pseudo fantoccio!  

All'inizio la persona di Arthur Fleck è ben definita, il personaggio è dinamico, poi si annichilisce completamente, scavalcato dalla presenza di Joker. I momenti in cui rideva erano da far accapponare la pelle, a mio parere; ha creato e plasmato sulla sua figura una caratteristica necessaria per il funzionamento del personaggio.

Dai ragazzi, parliamoci chiaro, in alcuni punti mi veniva da ridere per le assurdità, vi faccio alcuni esempi che davvero sono caduti nel ridicolo. Arthur figlio di Thomas Weyne e di conseguenza fratellastro di Bruce? Ma dai! Anche solo accennare a questa assurda teoria mi ha fatto inorridire!

Insomma questa è stata la mia reazione...
L'Arkham Asylum tutto bello, bianco, pulito, ma davvero? Ma siamo impazziti? A voi sembra il paese dei balocchi?


Senza parole, ora veniamo alle parti che mi sono piaciute di più. Molte sono state le scene in cui, grazie alla bravura di Phoenix mi sono arrivati diritti allo stomaco: inquietudine( le risate tanto da trasformarsi in pianto), disprezzo e rabbia(quando uccide un suo ex collega). 
Questo film non è cruento, solo alcune scene dove mostrano fino a che punto il Joker si spinge, come si pone come anti eroe ( da non confondere con il villain), senza scrupoli.
L'incapacità di Arthur nel capire cosa è reale e cosa invece è frutto della sua immaginazione mi ha spesso mandata in confusione, ma  in senso positivo. Rendeva il personaggio imprevedibile! Infatti penso che tutt'ora chi ha visto la pellicola si domandi cosa era realmente successo e cosa invece era frutto della mente di Arthur, tanto che alcuni pensano che sia tutto il racconto fatto dopo la sua cattura ad Arkham...

Tornando a noi, la scena della scalinata, dove balla e si dimena vestito dal Joker, presente anche nel trailer mi sono venuti i brividi, oltre la scelta della colonna sonora che ha fatto dimenare tutta la sala, entusiasti. L'entrata in scena nello show di Martin, ok piccola nota su Robert De Niro,  una cosa... PERCHE'! Bravissimo, quanto volete ma non l'ho visto nel personaggio nemmeno per un secondo.

Non voglio fare spoiler per questo evito di dilungarmi troppo. Per questo concludo dicendo che l'idea non era male ma è stata sviluppata male, con un attore come Phoenix -che se non danno l'oscar vado a fare una strage insieme al gruppo dei clown mascherati creato nel film troppo tardi( un gruppo di persone che si ribellano e iniziano una sommossa...)- hanno fatto troppo poco, creando un abisso tra i film e il personaggio che abbiamo sempre conosciuto e questo.

Insomma un 8 meno.

A voi è piaciuto?
Lo avete visto?

Commenti

Post popolari in questo blog

Marzia Sicignano - Aria o Io, te e il mare?

Fireflies. Stelle sulla terra di Debora Guzzo

Recensione: Goldwin Story - Il crogiolo dei sensi di Marco Sammarco