Tanta fama per Demon Slayer ma è bello per davvero?

E' passato diverso tempo da quando, per la prima volta ho potuto vedere Demon Slayer, la trama è semplice e forse a tratti banale e piena di cliché, ve la lascio qui sotto:


 Tanjiro è il primogenito di una numerosa famiglia priva di padre, che vive in una isolata casa di montagna trai boschi. Un giorno, dopo una fitta nevicata, il ragazzo si reca da solo in città per vendere del carbone, perché il percorso innevato è troppo difficile per i suoi fratellini.


L'anime è stato tanto acclamato, osannato, ma sarò dello stesso parere? 

Dopo aver iniziato a vedere le prime puntate dell'anime, grazie ai disegni che mi hanno colpito subito ho iniziato a recuperare anche i primi manga di questo shounen scritto e anche disegnato da Koyoharu Gotōge. 

L'anime è disponibili su diverse piattaforme tra queste: VVVID e Netflix

In me lottano emozioni contrastanti, se da una parte sono rimasta colpita dai colori e dai disegni, sono al contempo  rimasta molto amareggiata da alcune vicende. Nel complesso il livello è molto alto di questo anime, sarà dato anche dallo studio Ufotable? 

Infatti lo studio di animazione è stato i grado di creare un animazione a mio parere degne di nota, infatti, se facciamo attenzione alle movenze dei personaggi, molto importanti in questo anime, esse sono molto fluide e le espressione dei personaggi sono veri, traspare dallo schermo tutte le emozioni che provano i personaggi via via che li incontriamo. 

Non si può dire, a mio parere, questo anime è freddo e distaccato, poiché prende lo spettatore e lo guida per tutte le puntate. 

Non è un anime solo a chi piacciono le belle storie e sono amanti dell'horror, ma se si è appassionati di battle è adattissimo anche a voi. Infatti a mio parere le scene che vengono animate sono da togliere il fiato, sono tutte spettacolari, soprattutto con l'animazione data dai respiri o dai kata che eseguono. Sono piacevoli da vedere.

La storia non è delle più originali, lo avevo già detto in precedenza, ma la trama tutto sommato si spalma nel modo corretto durante le puntate così da non appesantirle troppo o far sì che una puntata sia inutile al finale. La sceneggiatura a mio parere è solo da ammirare.

Vorrei tanto parlarvi dei personaggi sia buoni che cattivi ma vi toglierei quel gusto che ho provato a scoprirli man mano, ad apprezzarli, rispettarli, a pormi delle domande su ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. 

Ricordatevi solo che erano anche loro degli umani

Vi consiglio di non saltare l'opening ha una carica pazzesca a mio parere. 


In conclusione, un anime non perfetto ma, da vedere!




Commenti

Post popolari in questo blog

Marzia Sicignano - Aria o Io, te e il mare?

Fireflies. Stelle sulla terra di Debora Guzzo

Recensione: Goldwin Story - Il crogiolo dei sensi di Marco Sammarco