Illusi di Simone Vannetti

 Buon pomeriggio cari lettori! Eccomi qui con una nuova recensione! Questa volta parliamo di “Illusi” di Simone Vannetti edito Porto Seguro.

Trama:

Martin, un ragazzo toccato dalla magia in giovane età, viene arruolato nel Primo Squadrone Cacciatore di Illusioni, i cosiddetti Illusi. Il loro compito è quello di gestire e risolvere le interferenze tra le creature magiche del Sottomondo che abitano le terra e gli essere umani, ai quali ne è preclusa la vista. Il caos, generato dalla Prima guerra mondiale, dall’avanzare del progresso e della modernità, ha infatti turbato la stabilità tra i due mondi, creata agli albori dell’universo dagli Antichi. Quando l’equilibrio fra Sottomondo e umani si incrina, spetta proprio al giovane far fronte alla situazione, tentando di scongiurare una guerra di proporzioni catastrofiche. In Illusi – Diario di favole mai raccontate si intrecciano le tinte di un romanzo storico e quelle di un fantasy tradizionale, il tutto costellato da amicizie improbabili e straordinarie avventure. 


Pagine: 292
Editore: Porto Seguro
Prezzo: 16,90
Voto: 4/5

Recensione:

Per scrivere questa recensione ho atteso diversi giorni, avevo tutto vivido nella mia mente e ancora i brividi sulla pelle. Nonostante alcune frasi che personalmente erano davvero troppo articolate e complesse, che servivano semplicemente a dire una cosa davvero facile, e alcune piccole minuzie, come l’utilizzo della punteggiatura, il libro mi ha colpito molto. 

Sin dalle prime pagine sono rimasta affascinata dallo stile di scrittura dell’autore. Le immagini narrate prendevano vita, ogni scena la vedevo davanti a me. I personaggi, così diversi tra loro con diverse sfaccettature sono stati costruiti in modo eccellete. 

Avevo timore per le descrizioni, pensavo potessero essere prolisse e rallentare così la lettura, per fortuna non è successo. Nonostante il testo sia focalizzato maggiormente sulla descrizione di ogni scena per rendere chiaro il quadro della situazione ai lettori, lasciando poco spazio all’immaginazione del singolo, sono scorrevoli, piacevoli ed immersive.

Nonostante si tratti di un fantasy le note storiche rendono il tutto molto originale. 

Le tematiche trattate sono molteplici e molto importanti, dall’amicizia, un po’ una costante in questi romanzi, fino ad arrivare alla religione, come un abito cucito sui personaggi per differenziarli maggiormente tra di loro.


In conclusione posso consigliare assolutamente la lettura agli amanti dei fantasy e dei romanzi storici, se vi piacciono le creature magiche e il folklore.


Commenti

Post popolari in questo blog

Marzia Sicignano - Aria o Io, te e il mare?

Fireflies. Stelle sulla terra di Debora Guzzo

Recensione: Goldwin Story - Il crogiolo dei sensi di Marco Sammarco